Il Paese di Cuccagna non esiste, però ....

 

 

 

La Svizzera non è il Paese di Cuccagna.

 

Ma nel mondo reale può essere il miglior modello al quale ispirarsi.


Il Paese di Cuccagna è ben più che un Paradiso terrestre.

C’è una Montagna d’oro e d’argento che quanto più si scava tanto più cresce. I monti sono fatti di formaggio, nei fiumi scorrono vini preziosissimi, c’è un lago di latte e miele, e nelle campagne il pane nasce già bell’e cotto. Gli alberi danno salsicce o gioielli. Ogni giorno le mucche fanno vitelli e le galline non meno di trenta uova. Le tavole sono sempre apparecchiate e anche le tempeste sono alla rovescia: piovono confetti e canditi. Il suo motto è significativamente: "Nel Paese di Cuccagna chi più dorme più guadagna"

 

Naturalmente questo paese non esiste né mai è esistito, ma è solo il frutto di fantasia dei diversi autori che a partire dal Medioevo hanno raccontato questo mondo ideale.

 

Ma per noi Sardi, abituati alle enormi difficoltà di un paese dove sono più le cose che non funzionano di quelle che funzionano, dove la burocrazia soffoca qualsiasi iniziativa, dove le tasse raggiungono livelli intollerabili e i servizi pubblici sono troppo spesso di bassa qualità, dove ogni giorno si ha l'impressione di tornare indietro anziché di avanzare, dove la politica non fornisce soluzioni, ma offre invece spesso un esempio negativo, per questo paese che è l'Italia, di cui purtroppo la Sardegna è parte, e per i suoi abitanti, la Confederazione Svizzera rappresenta una realtà che rischia di apparire così distante nella sua efficienza da non essere quasi credibile, un po' come quel paese della Cuccagna.

 

Perché non sembra possibile che in Svizzera con un reddito di 80.000 franchi, una famiglia con due figli possa pagare, a seconda del cantone di residenza, da un massimo di 6.300 franchi a un minimo di soli 350 (trecentocinquanta) di imposte sul reddito..... , eppure è vero !

https://blog.migrosbank.ch/it/la-classifica-delle-tasse-per-le-famiglie/

Mentre in Italia una famiglia in condizioni analoghe ne paga quasi 30.000 di euro, cinque volte la tassazione del cantone elvetico più esigente.

http://www.irpef.info/calcolairpef.html#:yu

 

Così come si stenta a credere che un'impresa svizzera abbia un carico fiscale pari al 28,8% ( in media, date le differenze sostanziali tra cantone e cantone) mentre una italiana ne debba sostenere uno più che doppio, con il 64,8% di total tax rate - TTR

http://data.worldbank.org/indicator/IC.TAX.TOTL.CP.ZS

 

E appare incredibile che l' IVA in Svizzera sia appena dell'8%, poco più di un terzo di quella italiana, arrivata al 22% soprattutto se si tiene anche conto del livello dei servizi a disposizione di cittadini e imprese nelle due nazioni, in termini di istruzione scolastica e universitaria, di sanità pubblica, di rete stradale (in Svizzera l'autostrada si paga appena 40 franchi all'anno) e ferroviaria, di efficienza della pubblica amministrazione, etc.

 

Così come è inimmaginabile il confronto tra il compenso mensile dei Consiglieri di un Parlamento cantonale (p.e. il Canton Vaud), pari a meno di 2.500 franchi onnicomprensivi, con quello di un Consigliere regionale della Sardegna che invece si porta a casa circa 10.500 euro e dato che il livello delle retribuzioni in Sardegna è circa un terzo di quello in Svizzera significa che i politici sardi guadagnano 12 volte più dei loro "colleghi" svizzeri (loro si, i consiglieri sardi, hanno trovato una loro Cuccagna !!!) ;

http://www.vd.ch/autorites/grand-conseil/guide-depute-e-s/organes-du-grandconseil/deputes/droits-des-deputes/

http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2014/02/20/news/i-nuovi-consiglieriregionali-guadagneranno-meno-1.8706399?refresh_ce

 

Non si tratta certamente del Paese della Cuccagna, sebbene tanti di quegli elementi abbondanti in quella terra leggendaria siano tipici anche della Svizzera reale, montagne, oro, formaggio, latte, mucche, vitelli e gioielli (orologi),ma sono assolutamente veri tutti i dati che ho appena proposto....

 

E certo è anche che gli Svizzeri guadagnano tanto, non perché dormono, come nel paese di Cuccagna, ma perché lavorano seriamente e con impegno, anche perché, tra l'altro, loro un lavoro ce l'hanno quasi tutti (a differenza di quanto accade da noi).

La Cuccagna non esiste e la stessa Svizzera è ben lontano dall'esserla.

 

Ma la Confederazione elvetica è un modello, probabilmente il migliore disponibile.

A chi continua a dire che noi Sardi non abbiamo bisogno di imparare niente da nessuno, che non ci servono esempi virtuosi ai quali ispirarci perché siamo in grado di fare tutto da soli, non posso che dire che senza umiltà e senza la giusta consapevolezza  difficilmente la Sardegna potrà avere un futuro degno.


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Andrea Fioroni (martedì, 22 marzo 2016 10:02)

    Per una comunicazione più facile dovreste fare il vostro sito nelle tre lingue nazionali svizzere: Italiano, Francese et Svizzero Tedesco.